IL SINGOLARE OMAGGIO DELL’ATTORE ANTONIO TALLURA ALLA SUA TERRA

Da lunedi 10 agosto primo spettacolo al Teatro Greco di Portigliola
IL SINGOLARE OMAGGIO DELL’ATTORE ANTONIO TALLURA ALLA SUA TERRA
Aristide Bava
SIDERNO – Il noto attore locrese Antonio Tallura quest’anno, per rendere omaggio alla sua terra ha messo a punto una interessante iniziativa teatrale con un singolare connubio tra letteratura e astrofisica, pensando – dice – nel lungo periodo di pandemia “alle tante cose che ci circondano e alle quali spesso non facciamo caso,perche sono li da sempre” . Lo spettacolo “pensato” da Antonio Tallura è .uno spettacolo “libero” .nel senso che il pubblico non necessariamente debba essere seduto davanti o a fronte palco ma l’ azione e la narrazione sarà improntata sullo stesso Tallura e su un astrofisico ( Marco Romeo) su testi scelti ed elaborati da Mario Nirta. Insomma – promette Tallura – saranno serate di “pura magia e poesia” sotto il cielo stellato rimasto sempre uguale da sempre come da sempre i poeti hanno tratto ispirazione dalle stelle, dalla luna, dal mare “, motivi per esaltare la fascia ionica reggina. Romeo parlerà delle costellazioni, di miti e leggende e Tallura darà voce ai grandi poeti da Omero ad Alda Merini, passando per Leopardi e Lorca, che dagli astri hanno tratto ispirazione. Il commento musicale sarà della Clarinettista Barbara Franco. L’inizio delle serate è previsto per lunedi 10 agosto in quello che è indicato il “luogo magico” per antonomasia , ovvero, il Teatro Greco di Portigliola-Locri. Poi si passerà per a Sant’Agata del Bianco in occasione della manifestazione ” Stratificazioni” . Altra rappresentazione è prevista anche al Castello di Ardore superiore per il 16 agosto.

nella foto Antonio Tallura