Torino : la Cassazione annulla la sentenza d’Appello che aveva mandato assolto Rosario Marando

La Cassazione ha annullato la sentenza con cui la Corte d’appello di Torino, nel maggio del 2014, aveva assolto Rosario Marando, un presunto boss della ‘ndrangheta in Piemonte secondo gli inquirenti, dall’accusa di avere preso parte al riciclaggio di 33 milioni. I supremi giudici hanno ordinato un nuovo processo.
Il “tesoro” era il prodotto di traffici di droga e sequestri di persona orchestrati da un fratello di Rosario, Pasquale Marando, il quale, sempre secondo gli inquirenti, รจ stato ucciso nel gennaio del 2002 dopo “una carriera criminale durata oltre un ventennio”.

Il cappello da magistrato posato su uno scranno durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario, Genova, 25 gennaio 2014. ANSA/LUCA ZENNARO

Il cappello da magistrato posato su uno scranno durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario, Genova, 25 gennaio 2014.
ANSA/LUCA ZENNARO