Siderno (RC): a proposito di meriti per il cartello stradale di Rosarno, l’ass.prov.Campisi smentisce il dott.Tarricone

11156938_379026738972541_629543329_nDesidero esprimere sorpresa, per quanto dichiarato, nell’edizione di oggi a un quotidiano regionale, dal presidente della Commissione Straordinaria del Comune di Siderno, Francesco Tarricone, in particolare quando afferma che l’installazione del cartello montato da oltre di dieci giorni allo svincolo autostradale di Rosarno, che indica la direzione per Siderno e la relativa distanza, costituisce una sua “piccola vittoria personale”, aggiungendo altresì che aveva fatto presente la mancanza di tale segnaletica già da qualche mese.

In realtà, i fatti sono sostanzialmente diversi, ed appare doveroso precisarne la valenza.
All’indomani della recente mia  nomina ad assessore con la conseguente surrogazione in Consiglio Provinciale del dott. Francesco Rispoli, ci siamo concentrati per fare il punto della situazione sui vari “fronti amministrativi”, tra questi la viabilità, in questo ambito, dopo due giorni dal suo insediamento in consiglio provinciale, affrontando temi molto più  complessi ed importanti del singolo “cartello” è emersa, segnalata proprio da Rispoli, la mancanza delle indicazioni stradali per il comune di Siderno e di Caulonia, ovviamente insieme a svariate altre criticità, di competenza non solo Provinciale,su cui si sta lavorando in silenzio e senza clamore mediatico, alacremente come ad esempio il tratto di strada statale  (106)  in condizioni penose.
Sui cartelli di direzione per Caulonia e Siderno è andata cosi:    d’accordo col presidente della Provincia, Giuseppe Raffa e insieme al consigliere provinciale Francesco Rispoli, abbiamo subito sensibilizzato la dirigente del settore viabilità ing. Domenica Catalfamo con  la responsabile zona Jonica,  arch.  Meduri, evidenziando la mancanza delle indicazioni stradali per i comuni di Siderno e Caulonia (con le rispettive distanze) e nel giro di una settimana sono stati installati.
Quindi a cura mia e principalmente del consigliere Rispoli e dell’architetta Meduri  -insieme abbiamo anche scelto il luogo di collocazione dei nuovi segnali stradali – ci sono oggi i due cartelli che indicano la direzione “Siderno” e  Caulonia, comune che era anch’esso privo di una segnaletica.
Per mero stile, non si è enfatizzata minimamente la notizia, preferendo lavorare in silenzio, nella speranza che presto ben altre e più importanti notizie possano essere divulgate.   
Evidentemente, e non senza un minimo di disappunto, si deve ipotizzare che  le richieste d’intervento a suo tempo formulate dal Commissario Tarricone, siano rimaste in qualche cassetto e quindi troviamo inopportuna, oggi, la sua dichiarazione “rivendindicante”.
Giusto per amore di verità.
Avv. Pier  Francesco Campisi
Assessore Provinciale