Una esigenza di chiarezza, che è alla base di ogni rapporto politico, c’impone di commentare la  dichiarazione dell’avvocato Giuseppe Caruso sulla sua ventilata candidatura a Sindaco nelle fila del centrodestra, che adesso esclude, con velato distacco, motivato da alti concetti morali. 

Ricordiamo che questa sorprendente dichiarazione giunge dopo la verifica della nostra impossibilità di soddisfare, la sua lodevole ambizione, a farsi sostenere nella corsa a Sindaco dalla coalizione di centrodestra. Infatti, sin dall’estate dell’anno scorso, l’avvocato Caruso si è adoperato con contatti personali per proporre la propria candidatura, attraverso quindi quel “vecchio sistema” (sic) di relazioni, adesso da lui deprecato.

L’avvocato Caruso, anche in recenti incontri con esponenti del centrodestra, sollecitati da lui stesso, aveva così ritenuto di avviare con la nostra parte politica quello stesso “percorso assai difficile ma molto entusiasmante” che invece adesso ha voglia di intraprendere con una lista civica, all’insegna dei buoni sentimenti e per rompere “col passato più recente”, liberandosi, come lui stesso dice, di “politici” e di “politica”. 

Non sappiamo da quale officina dell’antipolitica o da quali cattivi consiglieri e scrivani voltagabbana l’avvocato Caruso abbia avuto il suggerimento di esternare queste ingenerose osservazioni considerato che, da ogni parte, si declina che Siderno ha, oggi più che mai, bisogno di “politici” e di “politica” per far fronte ai numerosi problemi che attanagliano la nostra Città. 

Consigliamo all’avvocato Caruso di esercitarsi con maggiore prudenza e con il rispetto dovuto a tutte le tradizioni politiche, finora espresse dalla Città, nel suo nuovo ruolo di candidato a Sindaco e casomai verificare eventuali ruoli di incompatibilità professionale certi che, qualunque sarà l’esito della consultazione elettorale, garantirà preventivamente agli elettori la sua permanenza in Consiglio Comunale.

– See more at: http://www.larivieraonline.com/siderno-il-centrodestra-replica-giuseppe-caruso#sthash.YqZzJ7w0.dpuf

caruso