In questi ultimi giorni il virus sta affliggendo la nostra bella comunità, destando preoccupazioni e paura.
Tenuto presente che bisogna preservare la nostra salute e quella dei nostri cari seguendo le logiche del buon senso e soprattutto le indicazioni impartite.
Ricordiamo anche che la preghiera è un’arma potentissima contro la diffusione del male. A patto naturalmente che ci si creda davvero.
Da sempre l’uomo invoca Dio per avere aiuto e conforto tramite l’intercessione dei Santi patroni a cui da sempre i fedeli si sono rivolti per ottenere la grazia o una qualche protezione in caso di malattie. Non solo conforto per l’anima, dunque, ma anche fisico.
Il Cristianesimo elegge a santità le persone che hanno sviluppato in modo molto speciale l’apostolato ed hanno operato miracoli. I Santi hanno sopportato delle prove molto dure o hanno compiuto azioni eroiche per aiutare gli altri.
Il moto umano verso la spiritualità è spontaneamente più vivo nei momenti della sofferenza e si rivolge agli intercessori conoscitori di quel patema personale o sociale.
Il più grande Santo protettore della peste e più in generale di tutte le epidemia per eccellenza è San Rocco.
Mai come in questo momento bisogna rivolgersi al nostro amato patrono San Rocco con fede e speranza, allo scopo di intercedere presso Dio affinché tutti i nostri cari concittadini che stanno vivendo questo triste periodo, possano ottenere una immediata e completa guarigione.
Facciamo in modo che la nostra preghiera arrivi alla miracolosa statua di San Rocco e per Sua intercessione presso Dio possa scendere per stare vicino ai cittadini che chiedono di fermare il coronavirus. Una devota invocazione a Rocco, il signore delle epidemie. Il virologo di Dio. Ieri la peste nera, oggi il Covid, la peste del ventunesimo secolo.

“Rocco, pellegrino laico in Europa, contagiato, incarcerato, tu che hai guarito i corpi e hai portato gli uomini a Dio, intercedi per noi e salvaci dalle miserie
del corpo e dell’anima”.
“Padre, Figlio e Spirito Santo, per l’intercessione di San Rocco, nostro amico e protettore, liberaci da tutte le malattie, da tutti i peccati e proteggi le nostre famiglie”.

Auguriamo a noi tutti che si possa uscire da questo periodo più forti sul piano umano e spirituale. Restiamo uniti nella preghiera: per tutti i malati e i loro familiari, per tutti coloro che sono chiamati a un impegno particolare e che lavorano per la nostra salute. Grazie a tutti coloro che con buone parole e segni e gesti concreti di solidarietà contribuiscono a farci superare assieme questi tempi difficili.

pagina fb GIOIOSA JONICA (RC)