Avrebbero manomesso il contatore dell’Enel della loro abitazione per eludere i reali consumi di corrente. È scattato così l’arresto per due fratelli conviventi di Canolo, D.D.A. e R.D.A., rispettivamente di 69 e 61 anni ed entrambi già sottoposti alla Sorveglianza Speciale.

I due sono ora accusati di furto aggravato e violazione degli obblighi relativi alla misura di prevenzione. Il materiale elettrico utilizzato per commettere il reato è stato sequestrato mentre i due fratelli sono stati associati nella Casa Circondariale di Locri.

download