Tragedia nella notte in discoteca : 6 morti schiacciati dalla folla nel panico, decine di feriti

Tragedia in una discoteca in provincia di Ancona: 6 persone sono morte, schiacciate dalla folla in preda al panico.
Il grave incidente si è verificato alla “Lanterna Azzurra” di Corinaldo – che ospitava il concerto del rapper Sfera Ebbasta – intorno all’una di notte, forse per l’utilizzo di uno spray urticante.
Corinaldo (Ancona) 1:00, squadre dei vigili del fuoco impegnate nel soccorso in una discoteca. Forse per la dispersione di una sostanza urticante, ragazzi fuggono per il panico calpestandosi. Sei purtroppo quelli deceduti, decine feriti“, hanno spiegato i pompieri su Twitter.

Le sei vittime sono tre ragazze e due ragazzi, tutti minorenni, e una donna che aveva accompagnato la figlia al concerto. Almeno un migliaio le persone presenti nel locale al momento del drammatico incidente, prima dell’inizio del concerto.

L’uscita di sicurezza si e’ aperta, ma appena fuori due parapetti laterali in ferro sono venuti in meno e le persone sono cadute una sull’altra“, ha spiegato il questore di Ancona, Oreste Capocasa. Chi è rimasto all’interno del locale non ha subito danni gravi, come confermano i vigili del fuoco, intervenuti per i primi soccorsi e per mettere in sicurezza l’area: “Dentro la situazione era ovviamente di grande agitazione,” ha spiegato un pompiere. “Chi si e’ trattenuto e’ stato portato fuori, consentendo un esodo ordinato“. La situazione piu’ grave era all’esterno, dove si sono diretti la maggior parte degli spettatori.

Tragedia in una discoteca a Corinaldo, vicino ad Ancona, a un concerto rap: 6 persone sono morte dopo che si è scatenato il panico e la calca, forse per uno spray urticante spruzzato. Ci sono anche decine di feriti.
Una nota diffusa dagli Ospedali Riuniti di Ancona riporta che i feriti hanno riportato soprattutto traumi cranici, al torace e agli arti: il Piano di Emergenza è stato attivato alle ore 3,45, quando “è stata convocata l’Unità di Crisi, e tutti i reparti direttamente o indirettamente interessati sono stati allertati e messi immediatamente nelle condizioni di piena operatività“. “Allo stato – prosegue la comunicazione, firmato dal Dirigente Medico del Presidio, dottor Roberto Papa – sono pervenuti al Pronto Soccorso dell’Azienda di Torrette e sono stati accolti sette codici rossi Peimaf (Piano di Emergenza Interno per il Massiccio Afflusso dei Feriti, ndr) 2 ragazze e 5 ragazzi di età compresa tra i 14 ed i 20 anni, per trauma cranico e/o toracico. Tutti ricoverati nelle terapie intensive dell’Azienda. Una ragazza in codice giallo Peimaf: attualmente in osservazione. Tre ragazze e due ragazzi in codice verde Peimaf: di età compresa tra i 14 ed i 23 anni con traumi degli arti di cui uno dimesso al domicilio e 4 attualmente ancora in valutazione clinica. Si è in attesa di un ulteriore ragazzo in codice rosso, che ci sarà trasferito dal PS di Senigallia.” “Presso l’Azienda Ospedaliera si è in attesa di accogliere tutte le salme dei deceduti, che sono a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli accertamenti di legge. Sul luogo è pienamente operativo un team di Psicologi per il necessario supporto ai familiari. Il Piano di emergenza è stato disattivato alle ore 7.00 pur mantenendo in allerta alcuni settori dell’Azienda“, conclude la nota.

Strettoweb.com