Reggio Calabria: assolto Callipari Francesco di Natile dal reato di rapina a mano armata

Era stato tratto in arresto il 14 luglio 2017 perchè destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Locri, poichè indagato di rapina a mano armata, presumibilmente consumatasi in data 25 febbraio 2017 in c.da Senoli di Platì, ove due malviventi avrebbero bloccato un barista e, dopo averlo immobilizzato con un bastone, gli avrebbero sottratto l’incasso dell’esercizio commerciale. il 18 settembre 2018 il Tribunale di Locri, Accurso Presidente, aveva condannato il diciannovenne di Natile di Careri alla pena di anni 4 e mesi 7 di reclusione, nonchè alla pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici per la durata di anni 5, trasmettendo altresì gli atti all’ufficio di procura per 6 testimonianze mendaci.

Sentenza appellata dall’ avv. Alessandro Bavaro, del Foro di Reggio Calabria, che ha trovato l’accoglimento totale da parte dell’Ecc.Ma Corte d’Appello reggina, che dopo una lunga camera di consiglio, alle ore 21 del 12 marzo u.s., ha assolto e rimesso in libertà Callipari Francesco, ritenendolo non responsabile del reato contestatogli. Tra i motivi d’appello, il difensore del giovane imputato ha dimostrato come la Sentenza del Giudice di prime cure avesse tralasciato degli aspetti importantissimi circa il mancato riconoscimento visivo ad opera della vittima, che indicava il Callipari come responsabile in seguito ad una elaborazione mentale di eventi, e non dunque su una una concreta percezione visiva, richiesta per configurare un riconoscimento provato.
L’Avv. Bavaro ha altresì sottolineato come in atti fosse documentato l’intervento di una pattuglia sul luogo del delitto che ne cristallizzava la commissione alle ore 22.35 circa, orario del tutto incompatibile con gli spostamenti dell’imputato dal luogo dell’ultima telefonata alle ore 22.18, producendo a supporto della propria tesi una mappa satellitare sullo stato dei luoghi. Dopo ben 20 mesi di carcerazione preventiva Callipari Francesco torna in libertà.

Strettoweb.com