Previsioni Meteo, il vortice polare piomba sull’Italia tra 23 e 24 Gennaio: tanta neve in Calabria

Previsioni Meteo – Continua la fase di “stand-by” dell’Inverno, con ampie schiarite sull’Italia e clima decisamente mite in questi giorni di metà mese. Stamattina al Sud le temperature sono decisamente gradevoli, con +19°C a Siracusa, +18°C a Gela e Acate, +17°C a Palermo, Agrigento, Bagheria, Cefalù, Sciacca, Noto, Scicli e Riposto, +16°C a Catania, Messina, Lecce, Catanzaro, Lamezia Terme, Termoli, Monopoli, Trapani, Barcellona Pozzo di Gotto, Acireale e Termini Imerese, +15°C a Napoli, Bari, Reggio Calabria, Cosenza, Pescara, Crotone e Brindisi, ma anche al Nord continua il trend di caldo anomalo persistente da settimane, con gli attuali +12°C di Arco, +11°C di Novara, Como e Riva del Garda. Fa freddo, invece, a Trieste dove ci sono +5°C e sono caduti 26mm di pioggia: in Slovenia ha nevicato abbondantemente fin in pianura come previsto nei precedenti bollettini meteo di MeteoWeb.

Questa situazione interlocutoria proseguirà anche nel weekend. Avremo qualche pioggia nelle Regioni del Centro Italia, tra Marche, Umbria, Abruzzo, Lazio e Campania, ma la neve cadrà solo ad alta quota, in montagna, sull’Appennino. Anche nei primi giorni della prossima settimana le temperature rimarranno stazionarie, senza eccessi di freddo, e il clima sarà stabile e soleggiato al Nord, piovoso al Centro/Sud con nevicate sui rilievi Appenninici in montagna e in alta collina. La situazione cambierà drasticamente a partire da Mercoledì 23 Gennaio, quando il Vortice Polare piomberà sull’Italia dando vita ad una lunga e intensa ondata d’aria fredda di origine polare marittima, proveniente dalla Groenlandia. Nessun Burian, quindi.

Com’è tipico di questo tipo di irruzioni nord/occidentali, la colonnina di mercurio non scenderà su valori particolarmente bassi al suolo (non si ripeteranno, tanto per intenderci, le temperature polari raggiunte tra 4 e 5 Gennaio), perchè l’aria gelida proveniente da Nord/Ovest si riscalderà ai bassi strati transitando sull’oceano Atlantico, ma l’aria molto fredda in quota si riverserà rapidamente ai bassi strati durante le abbondanti precipitazioni, portando così la neve fin su coste e pianure pur con temperature sopra lo zero. In base agli ultimi aggiornamenti, potrebbe nevicare persino a Roma e, a quote molto basse, tra CampaniaCalabria e Sicilia, dove si verificheranno le precipitazioni più abbondanti nella fascia tirrenica tra 23 e 25 Gennaio.

Ancora una volta, il maltempo e la neve cadranno abbondanti al Centro/Sud (stavolta molto più nel versante tirrenico rispetto a quello Adriatico), mentre il Nord rischia di rimanere tagliato fuori dalle precipitazioni più significative. In base agli ultimi aggiornamenti dei modelli, infatti, c’è il rischio che in pianura Padana non cada neanche un fiocco di neve, se non molto sparuto, e che il freddo sia limitato a qualche ora tra 23 e 24 Gennaio, in barba ai catastrofici annunci di “Burian” (di cui non si vede traccia) e di abbondanti nevicate al Nord che si continuano a leggere su varie pagine web che continuano a vendere fumo

meteoweb.eu