Pedone investito, preso il “pirata della strada”: incastrato da uno specchietto

Non c’hanno messo nemmeno 12 ore i carabinieri a rintracciare il “pirata della strada” che ieri sera ha investito un 62enne (R.G. le sue iniziali) lungo la statale 18 ed è poi fuggito facendo perdere le sue tracce e non prestando i dovuti soccorsi al malcapitato pedone, finito in ospedale in condizioni critiche .

I militari hanno subito avviato le ricerche dell’automobilista, acquisendo le immagini riprese dalle telecamereinstallate fuori dai locali vicini al luogo dell’incidente, ed ascoltando anche alcuni testimoni.

Ad incastrare l’uomo, un 31enneC.F.A., è stato lo specchietto retrovisore ritrovato e sequestrato sul posto e risultato di una BMW serie 5 di colore grigio e di qualche anno addietro.

Le indagini si sono indirizzate verso il centro urbano di Mileto, quando è stata ritrovata all’interno del garage di casa del 31enne la vettura incriminata, con ancora evidenti i segni dell’impatto avvenuto poco prima.

Il proprietario del veicolo è stato dunque denunciato alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia per lesioni stradali dolose ed omissione di soccorso.

Il sinistro è avvenuto intorno all’ora di cena, come dicevamo lunga la statale 18, all’altezza di località Baracconi di Filandari.

La vittima, che stava attraversando, sarebbe stata investita dall’auto che secondo i rilievi avrebbe proceduto a velocità sostenuta e poi scomparsa in direzione di Gioia Tauro.

Sul luogo sono intervenuti i Carabinieri della vicina Stazione di Mileto insieme ai colleghi del Norm, la Sezione Radiomobile, che hanno prestato aiuto alla vittima, apparsa subito in gravi condizioni e così trasferita in ambulanza, dapprima nell’ospedale di Vibo Valentia, dove è stata stabilizzata, e poi portata al Pugliese di Catanzaro, dove tutt’ora è ricoverata.

cn24tv.it